F1 e corse

Piloti, vetture vincenti, circuiti leggendari e progettisti: il contributo dell'Italia per la disciplina automobilistica più amata è di primissimo piano.

Alla nascita del massimo campionato automobilistico nel 1950, l'Italia contribuisce con il primo pilota e la prima auto campione: Nino Farina su Alfa Romeo si laurea campione.
Il rapporto continua poi con le storiche case automobilistiche che hanno animato la Formula 1, ricevendone in cambio allori e un'aura leggendaria, dalla Maserati alla Ferrari alla Stanguellini.
E il contributo dell'Italia alla Formula 1 non finisce qui: vincere a Monza è una grande ambizione ancora oggi per tutti i piloti, e i progetti di una mente come quella di Gian Paolo Dallara hanno dato un importante contributo all'evoluzione di questo sport.

"Made in Italy" is synonymous of quality, attention to detail and manufacturing that points at craftsmanship more than to seriality, the experience of luxury even in everyday things.

i luoghi

La storia

Anno per anno, le date e i momenti fondamentali che hanno contribuito a scrivere la storia dei motori in Italia.

Dalla nascita dei primi motori fino ai giorni nostri, la storia italiana è andata di pari passo con lo sviluppo tecnologico e con i mutamenti in fatto di design vissuti dalle industrie automobilistica, motociclista e aeronautica. Nella timeline di Motor Web Museum si sviluppa il racconto, anno per anno, di un legame appassionato tra lo Stivale e i motori e delle eccellenze produttive e industriali che ha generato. Un racconto corale e appassionante, cui partecipano tutte le realtà aderenti alla "Rete Nazionale Città dei Motori".

  • Spunti di viaggio e curiosità per la tua vacanza

    Organizza
  • Intrattenimento e scoperte per i più piccoli

    Esplora
  • La storia dei motori italiani per veri appassionati

    Approfondisci
logo citta dei motori

Progetto Rete Nazionale Città dei Motori

La Rete Nazionale Città dei Motori nasce per offrire un’esperienza turistica innovativa agli appassionati della cultura motoristica italiana. Il progetto punta infatti a valorizzare l’Italia come culla di eccellenze assolute riconosciute nel mondo in fatto di tecnologia, design e personaggi e come protagonista dello sviluppo tecnico ed estetico di una delle rivoluzioni cardine del Novecento come la produzione di auto, moto e, più in generale, di mezzi motorizzati.